Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spara alla moglie e si uccide, le famiglie attendono il nulla osta per i funerali

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Un mazzo di fiori deposto con grazia davanti l'ingresso della villetta di Uppiano, teatro dell'omicidio suicidio che ha sconvolto la vallata altotiberina, restituisce una parvenza di pietà ad un tragedia ancora incomprensibile. GUARDA Spara alla moglie e si uccide, un mazzo di fiori sul luogo della tragedia Nel garage di quella villetta hanno perso la vita Laura Arcaleni e Yuri Nardi. Una morte violenta che ha armato la mano del quarantenne agente di polizia in servzio presso la squadra volanti del commissariato tifernate prima contro la moglie e poi contro se stesso. GUARDA Uccide la moglie e si toglie la vita, dramma a Uppiano  E' nel movente passionale la spiegazione del folle gesto del quarantenne. Nella gelosia per una relazione che probabilmente si stava chiudendo e che aveva portato all'allontanamento dell'uomo dal tetto coniugale da poco tempo. I biglietti e le lettere ritrovate in casa sembrerebbero confermare questo movente. E mentre le indagini del commissariato e della questura di Perugia proseguono serrate, due famiglie attendono le determinazioni del magistrato Manuela Comodi e il nulla osta che permetta loro di restituire un brandello di pace ai propri figli. Nulla osta che si attende nella giornata di lunedì 9 marzo e a seguito del quale saranno organizzati i funerali forse già nella giornata di martedì. Quasi certamente la cerimonia funebre per Laura Arcaleni verrà officiata nella cattedrale del Duomo, parrocchia di origine della donna e nella chiesa di Piosina per l'agente Yuri Nardi. Non si arresta, invece, l'onda di indignazione, rabbia e sconcerto seguita a questo tragico fatto. Centinaia le manifestazioni di affetto e solidarietà alle due famiglie, entrambe piegate da un dolore sordo e profondo ma sempre composto e riservato.