Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Uccide la moglie e si spara, la mano "armata" dalla gelosia

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

E' stata armata dalla gelosia la mano di Yuri Nardi, il poliziotto di 41 anni che ha ucciso la moglie Laura Arcaleni con un colpo di fucile alla testa prima di uccidersi. GUARDA Uccide la moglie e si toglie la vita, dramma a Uppiano Il dramma si è consumato nel garage della casa intorno alle 20 di venerdì 6 marzo. GUARDA le foto L'agente del commissariato di Città di Castello da pochi giorni non viveva più insieme alla moglie nella loro abitazione che avevano finito di costruire da poco a Uppiano. Un vero e proprio dramma della gelosia confermato anche da alcuni scritti ritrovati all'interno della casa. GUARDA Un mazzo di fiori sul luogo della tragedia Le salme dei due, che non avevano figli, sono a disposizione dell'autorità giudiziaria e il poliziotto verrà sottoposto alla prova dello Stub per confermare la presenza di polvere da sparo sulla sua mano. Non è ancora stata disposta l'autopsia: il magistrato darà le sue determinazioni nella giornata di lunedì. Tutta la comunità di Piosina, frazione da cui provenivano i due, è ancora sotto choc per l'accaduto. A parlare a nome della comunità tifernate il sindaco Luciano Bacchetta (LEGGI LE SUE PAROLE). Il questore di Perugia, Carmelo Gugliotta, nella mattinata di sabato si è recato in commissariato a Città di Castello.