Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Minaccia e tenta di far prostituire la compagna, denunciato

default_image

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Gli agenti del commissariato di Città di Castello hanno denunciato un cittadino rumeno di 37 anni, residente a Città di Castello, per atti persecutori nei confronti di una donna tifernate di 42 anni. Dopo essersi conosciuti a casa di comuni amici, i due intraprendono una relazione sentimentale, durata circa otto mesi. Nel corso della storia il rumeno dimostra più volte una profonda gelosia nei confronti della donna, chiedendo poi alla stessa di avere rapporti sessuali a pagamento con alcuni suoi conoscenti. La donna, dopo aver capito la vera essenza del compagno, interrompe repentinamente ogni contatto. Per lei inizia un calvario, fatto di minacce telefoniche, sms e lettere minatorie, sino a sfociare in danneggiamenti all'auto ed alla porta di casa. Per convincere l'ex compagna a riprendere la relazione sentimentale, l'uomo minaccia di pubblicare su un social network, alcune fotografie scattate durante rapporti sessuali avuti con lei; la cerca telefonicamente facendole ascoltare l'audio di alcuni loro incontri intimi. Diverse sono le telefonate fatte nel cuore della notte alla donna, a sfondo erotico e minaccioso. Nei giorni successivi la segue, la osserva, addirittura trascorre nottate intere in auto sotto la sua casa. Disperata, ed in preda ad un crollo psicofisico, la donna decide di rivolgersi alla polizia. Sporge denuncia circostanziata nei confronti del rumeno, temendo addirittura un rapimento da parte dello stesso per essere portata in Romania ed avviata alla prostituzione. Inizia per gli agenti del commissariato, un'intensa attività informativa ed investigativa, che porterà a raccogliere prove numerose e schiaccianti nei confronti del rumeno. Identificato, con numerosi precedenti penali alle spalle, sia in Romania che in Italia, viene denunciato per il reato continuato di stalking, minacce e tentata induzione alla prostituzione.