Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La stagione di prosa strizza l'occhio agli studenti

Il teatro degli Illuminati

Sandra Biscarini
  • a
  • a
  • a

Andare a teatro per ottenere crediti scolastici. C'è anche la possibilità di accumulare crediti formativi tra le opzioni offerte dalla stagione di prosa che debutterà, a fine mese, al teatro degli Illuminati, grazie al Teatro stabile dell'Umbria. VOTA il sondaggio Nove appuntamenti ai quali, come ha spiegato il vice sindaco Michele Bettarelli, si affiancherà “Teatro Ragazzi” che, quest'anno si configurerà come una stagione vera e propria. Agli studenti è stata offerta la possibilità di acquisire (previa opzione didattica concertata con le scuole) i crediti formativi. Un motivo in più per andare a teatro e godere di una stagione che, seppur ridotta nel museo degli spettacoli rispetto al passato, offre appuntamenti di pregio. A partire dal debutto che domenica 26 ottobre porterà sul palco degli Illuminati un attore talentuoso e molto apprezzato dal pubblico femminile: Alessio Boni. La piece “Amore scalzo” avrà un programmazione pomeridiana (alle 17) volutamente scelta anche per incentivare “la convivialità del dopo spettacolo”. La stagione pur essendo coperta per gran parte del suo costo totale (50mila euro) dal Comune, è stata supportata da Fondazione Caricast, Sogepu, Casse dell'Umbria e altri sponsor locali. A declinare nel dettaglio il cartellone, è stata Bianca Maria Ragni, responsabile del circuito del Teatro stabile dell'Umbria. Dopo il debutto affidato a Boni, sarà la volta di Gianluca Guidi con “Oscar”. E ancora, una produzione tutta tifernate come “La vita non è un film di Doris Day” per la regia di Claudio Bellanti, il corpo di ballo ungherese “Ballet Gyor”, Carlo Giuffrè, Gabriele Lavia che dirigerà Anna Maria Guarnirei, Mario Perrotta e Ugo Dighero.