Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Monica Bellucci compie cinquant'anni: "Non sono spaventata"

Monica Bellucci

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Il 30 settembre è una data d'oro per Monica Bellucci. Nata a Città di Castello, la diva amata da Dolce & Gabbana compie 50 anni. “E non sono spaventata” dice “sono viva, in salute, ho due figlie che adoro, direi che è un bilancio più che positivo”. Ma come festeggerà il compleanno? Non si sa, lei si dà per “dispersa” tra le capre sul set in Serbia di Emir Kusturica per un film di fatto infinito, Sulla via lattea, cominciato un anno fa seguendo le stagioni. Un posto magico, senza wi-fi, fa sapere. Monica, prima modella, poi attrice, amata dalla moda, ha debuttato in tv con Dino Risi in Vita coi figli, poi al cinema con La Riffa di Laudadio, I mitici di Carlo Vanzina ma è con Malena di Giuseppe Tornatore che raggiunge la popolarità. GUARDA le foto della sua carriera Nel '96 sul set dell'Appartamento conosce Vincent Cassel e il trasferimento a Parigi diventa definitivo. I due attori, che hanno due bambine Deva e Leonie, si sono separati non senza clamore nell'agosto 2013 dopo 14 anni. GLI AUGURI DI GUASTICCHI "Se oggi rivolgo un pensiero del tutto particolare a Monica Bellucci - ha detto il presidente della Provincia - è perché il 30 settembre è, per la grande attrice umbra, la giornata che segna un traguardo raggiunto nel migliore equilibrio tra consapevolezza del proprio talento artistico e complessità di donna. Donna umbra, assolutamente e sempre umbra, anche quando il successo, la carriera, gli impegni, i ritmi del mondo cinematografico l'hanno portata molto lontano dal suo Altotevere dai suoi affetti familiari, dagli studi, dall'ambiente in cui tutti la ricordano e la amano. Monica Bellucci – prosegue Guasticchi - ci ha permesso di cogliere ogni sfumatura della giovinezza e della maturità della donna italiana dei nostri giorni, alle prese con la difficile uscita dal mondo provinciale di provenienza e con l'altrettanto complesso ingresso nel mondo internazionale dell'arte, della cultura, della comunicazione e della globalizzazione".