Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

In prova ai servizi sociali mette a segno un furto, ora andrà in carcere

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

In affidamento ai servizi sociali mette a segno un furto. Tifernate di 35 anni va in carcere. Doveva scontare poco più di tre anni di reclusione in carcere, in seguito a varie condanne per reati contro il patrimonio. L'autorità giudiziaria però, considerato il suo stato di tossicodipendenza, sostituì la reclusione con il beneficio dell'affidamento in prova ai servizi sociali. Per tale motivo un italiano di 35 anni residente a Città di Castello era di fatto libero. A quanto pare però la fiducia non è stata ben ripagata. Alcune settimane fa infatti l'uomo, insieme a una complice, ha commesso un furto in una tabaccheria di Città di Castello. In quell'occasione, approfittando della distrazione della titolare del negozio, che in orario di chiusura aveva lasciato le chiavi nella porta, aveva rubato numerosi pacchetti di sigarette e circa 100 euro contenuti in cassa. I Carabinieri della Stazione di Trestina nel giro di qualche ora rintracciarono i due e recuperarono la refurtiva. La denuncia del 35enne è stata comunicata anche al Magistrato che aveva concesso l'affidamento in prova il quale, come previsto dalla legge, ha provveduto a disporre la revoca del beneficio. Per questo i carabinieri di Trestina lo hanno rintracciato e arrestato. Dovrà restare nel carcere di Capanne fino a settembre 2017.