Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Comprano l'auto e danno l'anticipo, ma la macchina non arriva

Concessionaria sparita nel nulla: nessuna traccia neppure del venditore. La truffa si aggira sui 100.000 euro

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Un rivenditore di auto che, dopo aver intascato cospicui anticipi, non ha mai consegnato le vetture ai clienti. Questi ultimi lo hanno quindi denunciato alle forze dell'ordine di Città di Castello, Sansepolcro e Arezzo, in particolar modo carabinieri, guardia di finanza e polizia stradale del capoluogo tifernate. Per ora il reato è quello di truffa. Nel mirino un concessionario specializzato nell'importazione di auto straniere. Secondo le denunce presentate, i clienti si recavano nella concessionaria tifernate, sceglievano l'autovettura, facevano il contratto e lasciavano anche un acconto come da contratto sottoscritto. Ma non sarebbero mai riusciti a vedersi consegnata la nuova macchina. Non solo: non sono riusciti più a mettersi in contatto con il venditore, che pare essersi volatilizzato nel nulla. Non esisterebbe più nemmeno l'ufficio, tanto che qualcuno - ritornato nella sede della concessionaria - non ha trovato né l'insegna, né le auto che solitamente stavano all'interno del salone. Servizio completo nel Corriere dell'Umbria del 29 marzo