Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Inter, al via l'era Conte. "Icardi? Valuteremo". La Nord: "Non siamo la Juve"

Lorenzo Fiorucci
  • a
  • a
  • a

Antonio Conte è il nuovo allenatore dell'Inter. Lo annuncia il club nerazzurro sul proprio sito. E il nuovo tecnico parla subito di Icardi e del mercato. "Icardi? Vedremo ogni situazione e prenderemo le migliori decisioni con il club. Lavoreremo molto duramente per prendere le migliori scelte perché il club è la cosa più importante nel presente e nel futuro. Non l'ho sentito, mi sto immergendo ora nella nuova atmosfera e nella sfida", aggiunge. Sempre a proposito di mercato, a Conte viene chiesto anche dell'interesse per Lukaku e Sanchez del Manchester United. "Non è giusto parlarne ora, c'è un direttore sportivo a cui bisogna fare questa domanda. Ora siamo molto concentrati a fare il primo passo e lavorare insieme", ribadisce Conte. Antonio Conte spiega le ragioni che lo hanno spinto, dopo essere rimasto fermo un anno, ad accettare la proposta nerazzurra. "Finalmente si ricomincia. Di motivi ne ho tanti, anche troppi, e di sfide davanti a me altrettante ma non vedo l'ora - le parole del neo tecnico nerazzurro - Un club che non è da tutti". Lo stesso Conte è consapevole che il suo approdo all'Inter farà discutere visto che "i tifosi si chiederanno: perchè proprio io? Perché condividiamo la stessa ambizione, coraggio, fame e determinazione. Ora tocca a me. Ci sono, Inter". "Noi non siamo la Juve". È questo il messaggio di benvenuto che la Curva Nord dei tifosi dell'Inter riserva ad Antonio Conte. Inevitabile il riferimento al passato bianconero del tecnico e alle polemiche fra i due club su vicende di natura giudiziaria. "Da garantisti quali siamo e saremo sempre, accettiamo il fatto che da certi sospetti giudiziarì il nuovo mister si sia svincolato espiando le sentenze che l'hanno riguardato - scrivono i tifosi dell'Inter - sebbene rimanga indelebile la "colpa" per la lunghissima militanza in una società da cui ci riteniamo lontani anni luce per stile e valori. Inutile nascondere che la scelta di una persona col passato di Stellini (invischiato nello scandalo del calcioscommesse, ndr) nello staff tecnico - prosegue la Curva Nord - ci preoccupa moltissimo ma, sebbene consci dell'apporto tecnico che le innegabili qualità professionali di Conte possano fornire al percorso futuro dell'Inter, la nostra preoccupazione riguarda soprattutto l'aspetto morale che vorremmo fosse dimostrato in futuro. Noi non siamo la Juve. Per noi vincere non è l'unica cosa che conta. Essere interista significa vincere nel rispetto dell'avversario, accettare la sconfitta, le sentenze e non cercare alibi. Il nostro messaggio e augurio è pertanto quello che mister Conte e con lui anche Marotta, si affidino a Lele Oriali e a Zanetti ed assimilino presto lo spirito di fratellanza che sta al centro dell'essere Inter e che non deve aver nulla a che vedere coi risultati sportivi», si legge ancora nel comunicato. "Buon lavoro mister Conte con l'augurio di dimostrarci presto di esser all'altezza dell'Inter perchè noi non siamo la Juve", conclude la Curva Nord. (Foto dal sito ufficiale dell'Inter)