Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Conti in maglia rosa. Zio e papà ex ciclisti originari di Montefalco

Valerio Conti

Lorenzo Fiorucci
  • a
  • a
  • a

Ha sangue umbro nelle vene, la nuova maglia rosa del Giro d'Italia. Sangue rosso come il Sagrantino, vino delle colline di Montefalco, paese dove la famiglia Conti è nata. Lo zio Noè è stato uno degli angeli custodi di Fausto Coppi e papà Franco ha vinto un giro d'Italia dilettanti. Buon sangue non mente e Valerio Conti, per la prima volta in rosa, lo ha dimostrato proprio alla sesta tappa del giro d'Italia. A vincere sul traguardo di San Giovanni Rotondo, è stato Fausto Masnada. La tappa era partita da Cassino e dopo 238 chilometri, lo scalatore dell'Androni Giocattoli-Sidermec ha preceduto in uno sprint a due proprio Valerio Conti (UAE Emirates). I due hanno staccato i compagni di fuga sul Gpm di terza categoria Coppa Casarinelle a circa 30 chilometri dall'arrivo. Valerio Conti, nato a Roma il 30 marzo del 1993, da Juniores è tornato spesso sui tornanti del Sagrantino e quindi a respirare l'aria di casa, per prendere consigli da Massimiliano Gentili e Fortunato Baliani. Fu lo zio Noè a regalare la prima bicicletta a Valerio.