Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pgs Don Bosco, che talenti

Lorenzo Fiorucci
  • a
  • a
  • a

Ancora riflettori sulla Pgs Don Bosco di Perugia: Scuola calcio d'elite con circa 300 affiliati dai 5 ai 18 anni di età, impianti sportivi ristrutturati (campo a 11, campo a 5 e palestra), affiliazione con il Milan, vittorie di campionati e di tornei. LE PERLE Le ultime tre “perle” in ordine di tempo le hanno incastonate nel palmares gli Esordienti 2006 di Giacomo Alunni e Mario Spataro al torneo organizzato a Castel di Sangro dove hanno partecipato ben 16 società del Centro-sud dell'Italia, con la finalissima vinta per 3-1 contro i pari età del Teramo; seconda terla al secondo memorial “Mario Cicioni” organizzato dal Campitello (foto n. 2) con 12 società partecipanti del Centro Italia e finalissima vinta contro la Pontevecchio di Perugia per 3-0. Miglior giocatore del torneo e capocannoniere con 9 reti: Nsyme Nzali Siegfried. Terza perla quella della squadra Juniores Under 19 del tecnico Nicolò Luchini, del (coordinatore Maurizio Ceceroni e preparatore atletico Lorenzo Lavoratori) che ha vinto lo spareggio a Ellera contro la squadra locale e ha conquistato il diritto di partecipare al prossimo Regionale A1. NON SOLO VITTORIE Ma ancora più interessante delle vittorie è il fatto che da qualche tempo il progetto e la programmazione tecnica della Don Bosco stanno cominciando ad ottenere riconoscimenti anche a livello nazionale da parte di società professionistiche ai massimi livelli che stanno “monitorando” con molto interesse la crescita tecnico-sportiva di alcuni giovani e giovanissimi calciatori della società. Dopo Christian Afri (attaccante classe 2001) della Primavera del Pescara, sono sotto attenta osservazione Haurel Krouba (attaccante classe 2002 ) nel mirino di Perugia, Parma e Ascoli; Iacopo Fabbretti (centrocampista 2003) che ha avuto una convocazione per gli allenamenti della Nazionale dilettanti; Leonardo Treppiedi (attaccante classe 2004) in forza all'Under 15 dell'Arezzo; Giacomo Dolcini (mezza punta classe 2004 ) visionato da Pescara, Arezzo e Gubbio; Jacopo Fiore (centrocampista classe 2005) sotto osservazione di Milan, Parma, Gubbio. Da circa un anno, inoltre, è letteralmente “esploso” un giovanissimo attaccante Nsyme Nzali Siegfried (classe 2006) che sta bruciando le tappe ed ha focalizzato su di sé l'interesse di grandi club. Ancora non ha compiuto 13 anni ed è stato già chiamato a partecipare ripetutamente ad allenamenti e a stage tecnici presso le sedi di società come Roma, Milan, Juventus, Parma ed ha richiamato l'attenzione di altre società professionistiche come Atalanta, Perugia, Bologna. Questo giovanissimo ha certamente del talento, sembra un predestinato, ma quello che è più importante è che sta crescendo (peraltro come tutti i suoi colleghi) in assoluta serenità. In ciò è favorito da un ambiente, quello della Pgs Don Bosco, che ha nel proprio Dna, da oltre 200 anni, la formazione e la crescita dei giovani. Oltre al progetto tecnico e alle strutture, la Pgs Don Bosco ha iniziato a sviluppare anche servizi per le famiglie: attivazione dell'Oratorio, assistenza ai compiti a base volontaria sotto la guida di insegnanti qualificati, con il prossimo imminente obiettivo di completare il ciclo e fornire alle famiglie che possano essere interessate la possibilità del pranzo per i ragazzi al termine dell'orario scolastico. Pgs Don Bosco: un punto storico e un orgoglio per la città di Perugia dove si riescono a mantenere ben vivi i tradizionali valori educativi, sociali e civici e a conciliarli con le più moderne metodologie nella formazione tecnica e sportiva dei giovani. T. R.