Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Insulti razzisti, il Foligno non ci sta

Lorenzo Fiorucci
  • a
  • a
  • a

Presa di posizione del Foligno dopo a multa di 600 euro che dovrà pagare per insulti razzisti all'arbitro, dopo la partita di Juniores A1 Foligno-Narnese. "Il Foligno calcio - si legge nella nota - preso atto di quanto riportato dal Comunicato Ufficiale n. 132 del Comitato Regionale Umbria, in merito alla questione degli “insulti razziali” all'indirizzo dell'arbitro precisa quanto segue: la nostra società da tanti anni opera nel settore giovanile annoverando tra le proprie squadre tanti ragazzi anche extracomunitari e facendo proprio dell'integrazione uno degli aspetti fondamentali della propria politica e per questo motivo esclude che esponenti della società e propri tesserati possano essersi resi protagonisti di tale comportamento. Per quanto concerne tutti gli altri episodi riportati nel referto, non per giustificare le proteste ed eventuali intemperanze dei nostri tesserati al termine della gara (Foligno-Narnese del campionato Under 19), va detto che il tutto è scaturito da una serie di decisioni arbitrali non contemplate dal regolamento che hanno condannato la nostra squadra alla sconfitta in una partita molto importante per le sorti del campionato. Non risponde inoltre a verità che genitori e o tifosi del Foligno Calcio fossero all'interno del recinto di gioco, se non all'uscita dagli spogliatoi, sul parcheggio antistante. Il Foligno Calcio, pur non ravvisando completamente quanto riportato nel referto, interverrà presso i propri tesserati con richiami e punizioni esemplari per quanto di competenza. Con questo ribadiamo la nostra estrema fiducia e collaborazione nei confronti del Settore arbitrale".