Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gara sospesa a Porchiano Parla Valenti dell'Alviano "Mandano arbitri impreparati"

Alviano

Lorenzo Fiorucci
  • a
  • a
  • a

Giornata convulsa sui campi del calcio regionale. Nel girone D di Seconda categoria, la gara fra Porchiano e Alviano è stata chiusa in anticipo dall'arbitro che ha ricevuto proteste veementi dopo l'espulsione di un giocatore degli ospiti, in vantaggio per 1-0 in quel momento. E' uno dei vice presidenti dell'Alviano, Fabio Valenti, a raccontare i fatti. “Un giocatore del Porchiano ha colpito con una testata un nostro giocatore, che poi è stato ricoverato all'ospedale di Amelia in codice giallo. Da lì è stato trasferito a Terni dove gli è stata fatta una Tac, che per fortuna ha dato esito negativo. Per lui anche una forte contusione al naso. A mezzanotte e 45 il ragazzo ha voluto lasciare l'ospedale. Per fortuna, dunque, niente di grave. Da quel fatto, in campo è partito tutto. L'arbitro ha dichiarato che aveva visto la scena e ha ammonito il giocatore del Porchiano e contemporaneamente ha espulso il nostro, finito all'ospedale. In precedenza sembra che si erano beccati e quindi ci poteva stare anche una reazione. Noi abbiamo chiesto le due espulsioni, così sono nate delle proteste. Poi l' espulsione di un altro nostro giocatore, reo aver calpestato l'arbitro, come da lui riportato, ma quel pestone non c'è stato. L'arbitro ha mancato di lucidità e poi ha chiuso la partita. Ci dispiace perché purtroppo in queste categorie non arrivano direttori di gara preparati. Siamo molto amareggiati. Ora aspettiamo le decisioni del giudice sportivo, ma siamo pronti a fare ricorso. Ci teniamo anche a ringraziare il Porchiano per il suo comportamento sportivo. Non abbiamo niente contro di loro. Sarà dura che il prossimo anno ci riscriveremo ad un campionato umbro”, conclude Fabio Valenti, “probabilmente andremo nel Lazio”.