Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pontevecchio, la vittoria del gruppo

La festa dei rossoverdi

Tommaso Ricci
  • a
  • a
  • a

La Pontevecchio è tornata nella serie A dell'Umbria dei dilettanti, l'Eccellenza. Domenica scorsa i tre punti decisivi in casa della Marra San Feliciano, ma la festa è continuata mercoledì pomeriggio con la torta preparata ad hoc e proseguirà nel fine settimana con una trasferta da... "bollino rosso". "Siamo un gruppo eccezionale - fa il capitano Paolo Arcioni, tra i protagonisti della cavalcata fino all'Eccellenza, categoria riconquistata dopo due stagioni di assenza -, senza non avremmo potuto vincerlo questo campionato. Lo spogliatoio è  stato la nostra forza, vi assicuro - sorride - che succedevano cose che voi umani... Dopo la sconfitta col Piccione, poi, ci siamo parlati a brutto muso, ho guardato tutti negli occhi e lì ho capito che ce l'avremmo fatta". "Tutti straordinari quest'anno - aggiunge il difensore Fuscagni -, dai giovani al più vecchio come Paolo (ma in realtà è  lui stesso il meno acerbo della rosa, ndr). Il mio primo campionato vinto va dedicato a mia moglie, ai miei figli  con Kelly che è  venuta allo stadio nonostante  le stampelle, ai miei e a tutti coloro che sono stati dalla nostra parte, a sostenerci". "Un gruppo di 25 elementi tutti importanti - attacca la bandiera rossoverde, Giacomo Morucci -, compresi i dirigenti, il nostro mitico custode Lorenzone  e Adelio. Un successo meritato. Questa promozione è per Paolo Qualadrucci che ci ha lasciati poco tempo fa, per mia zia che non c'è più e per mio papà.  Sono sicuro che da lassù ci hanno sostenuto ogni giorno"