Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Scattano provvedimenti contro il degrado nei bagni pubblici

Catia Turrioni
  • a
  • a
  • a

Primi provvedimenti del Comune dopo i recenti atti di vandalismo ai danni dei bagni pubblici della città. La giunta, come si apprende dalla determinazione dirigenziale n. 1300 pubblicata nell'albo pretorio dell'Ente, ha deciso di chiudere a tempo indeterminato quelli immersi nel degrado di via Plinio il Giovane, via delle Terme, viale Matteotti e a Monteluco. Due le idee al vaglio: ristrutturarli e rimetterli a nuovo oppure sostituirli con toilette automatiche ad ingresso a pagamento, da installare magari anche in altre zone di Spoleto. Il discorso verrà approfondito a breve e l'amministrazione valuterà i costi e la reale fattibilità dell'operazione. Il Municipio, in ogni caso, è intenzionato a trovare una soluzione definitiva in tempi rapidi, alla luce delle tante segnalazione ricevute dalla popolazione: il bagno di Monteluco ad esempio, situato davanti al prato e raggiungibile percorrendo le scalette accanto al bar, è in condizioni fatiscenti e al suo interno ci sono pezzi di intonaco caduti, bottigliette, fazzoletti e sporcizia varia. Restano invece aperti al pubblico i servizi igienici di piazza della Vittoria, via Strada Romana (svincolo sud di Spoleto) e piazza della Signoria dove saranno messi in atto interventi di bonifica più frequenti. Il Comune, stando a quanto contenuto nel documento firmato dal dirigente finanziario Claudio Gori, ha infatti chiesto alla ditta “Quick Smart sas” di potenziare i servizi di custodia e di pulizia “secondo modalità di maggiore efficienza” fino al 31 marzo 2018 stanziando a riguardo 4.368 euro iva inclusa. “