Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maximulta alla Ternana, Pochesci fermato

Mister Pochesci

Tommaso Ricci
  • a
  • a
  • a

Alla Ternana arriva puntuale la temuta maximulta del giudice sportivo. Non a carico dei giocatori (nessun rossoverde squalificato in relazione a un dopo partita “animato”) ma ai danni di mister Pochesci e della società. Il tecnico romano viene fermato per un turno (pertanto sabato a Pescara non potrà sistemarsi in panchina) “per avere, al termine della gara, sul terreno di gioco, rivolto all'arbitro espressioni ingiuriose”. Inoltre viene affibbiata una doppia ammenda al club di via della Bardesca. La prima, di 10mila euro “a titolo di responsabilità oggettiva, per avere omesso di impedire la presenza nel tunnel che adduce agli spogliatoi di un proprio collaboratore che aggrediva un calciatore della squadra avversaria causando momenti di grossa tensione”. La seconda, di 4mila euro, "per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, acceso due petardi ed alcuni fumogeni nel proprio settore e lanciato quattro petardi nel recinto di giuoco; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all'art. 13, comma 1 lettera b) CGS, per avere la società concretamente operato con le forze dell'ordine a fini preventivi e di vigilanza”. Insomma, pesanti sanzioni pecuniarie per la dirigenza e allenatore in tribuna a Pescara, ma organico a pieno regime (a parte gli infortunati)