Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caccia, scattano i controlli del Wwf

Catia Turrioni
  • a
  • a
  • a

Controlli a tappeto del Wwf, scattano sanzioni e sequestri di fucili. Nel mirino delle guardie ambientali la zona di Protte dove è stata rinvenuta una gabbia trappola, illegalmente posizionata e attivata, per la cattura di animali che arbitrariamente vengono considerati nocivi.  Immediato il sequestro della gabbia e l'immediata bonifica della zona dalle esche avvelenate. Sempre a Protte, in direzione Campello, le guardie del Wwf hanno notato una doppietta cacciare al margine della strada. Nel corso del controllo ha ammesso di non sapere che vicino alla strada occorre mettere il fucile nel fodero per ragioni di sicurezza. Nei suoi confronti è scattata una sanzione amministrativa ed è stato disposto il sequestro del fucile. Ancora a Protte, versante dei Monti Martani il fatto più rischioso, un componente di una squadra di una battuta al cinghiale viaggiava con il proprio fuoristrada su una strada provinciale, ad un controllo ed ispezione dell'abitacolo, si notava che il fucile era appoggiato privo della custodia sul sedile del passeggero che risultava carica con tre munizioni al suo interno, sanzione da 420 euro, sequestro con successiva confisca e distruzione dell'arma.