Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Radiologia, ecco chi sono i candidati per il posto da primario

L'uomo è ricoverato all'ospedale di Spoleto

Catia Turrioni
  • a
  • a
  • a

In nove corrono per il posto da primario del reparto di radiologia del San Matteo degli Infermi di Spoleto. A rendere noti i nomi dei candidati in lizza ci pensa uno dei tre saggi che nei mesi scorsi hanno stilato la proposta di integrazione dei servizi sanitari tra il nosocomio di Spoleto e quello di Foligno, Enzo Ercolani. Si tratta di Ernesto di Cesare, 57 anni, professore associato di Diagnostica per immagini presso l'Università dell'Aquila, autore di innumerevoli lavori scientifici e anche in possesso della specializzazione in Cardiologia; Adolfo Siciliani, 59 anni, proveniente dall'ospedale di Crotone dove è responsabile, dal 1999, della Struttura semplice di RX,Ecografia, TC e RM; Angelo Lemmi, 58 anni, un radiologo che si è fatto le ossa nell'Azienda ospedaliera di Perugia e che dichiara un'esperienza a tutto campo; Vincenzo Iaconis, 62 anni, proveniente da Terni ed in possesso anche della specializzazione in Radiologia oncologica;  Federico Crusco, 41 anni, con un incarico di alta specializzazione, essendo responsabile della Cardioradiologia; Francesco Osimani , 43 anni, esperto di Radiologia interventistica, una branca superspecialistica della radiologia; Renato Ricci, 59 anni, responsabile della Struttura semplice dipartimentale di Neuroradiologia; Riccardo Loretoni, 55 anni, responsabile della Struttura semplice dipartimentale senologia e screening senologico, è un radiologo che, come testimonia il suo curriculum, si è dedicato prevalentemente alla senologia e Marco Carlani, 43 anni, un dirigente di primo livello che lavora sodo e con grande competenza al nosocomio spoletino.