Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Più di 1.400 umbri non hanno dichiarato redditi percepiti

Marina Rosati
  • a
  • a
  • a

Sono partite in questi giorni oltre 1.400 lettere destinate ad altrettanti umbri che secondo i dati in possesso del fisco, non hanno dichiarato, nel 2014, dei redditi percepiti l'anno precedente. on si tratta di avvisi di accertamento, ma di semplici comunicazioni, che viaggiano via posta ordinaria o via pec, con cui l'Agenzia informa che, dall'incrocio delle informazioni presenti nelle proprie banche dati, risultano delle somme non dichiarate, in tutto o in parte. I destinatari delle lettere, tra cui per la prima volta figurano anche titolari di reddito di lavoro autonomo, potranno quindi giustificare l'anomalia o presentare una dichiarazione integrativa e mettersi in regola beneficiando delle sanzioni ridotte previste dal ravvedimento operoso. Con questa nuova tornata di comunicazioni, il fisco continua a percorrere la strada del dialogo preventivo, con l'obiettivo di evitare che un errore o una dimenticanza possano trasformarsi, senza che il contribuente ne abbia consapevolezza, in un avviso di accertamento vero e proprio, che comporta il pagamento di sanzioni in misura piena. SERVIZIO COMPLETO SUL CORRIERE DELL'UMBRIA DEL 9 GIUGNO 2017