Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Clima infuocato alla Cementir

Cementir Spoleto

Catia Turrioni
  • a
  • a
  • a

Clima teso alla Cementir. Dopo aver esternalizzato la cava con gli otto operai in organico e aver già licenziato altri quattro lavoratori (due prossimi alla pensione e due con mobilità volontaria), il gruppo ha dato seguito agli ultimi quattro esuberi annunciati nel settembre scorso, recapitando nelle ultime ore le lettere di licenziamento ad altrettanti operai. A denunciare l'accelerazione sono i sindacalisti Cristian Benedetti (Fillea-Cgil) ed Emanuele Petrini (Filca-Cisl) che accusano l'azienda di “arroganza nella gestione dell'ennesima crisi”. In particolare i due si dicono “convinti che in questa fase sarebbe bastato un periodo di cassa integrazione per evitare i quattro licenziamenti in attesa della ripresina del settore prevista per la ricostruzione post sisma”.