Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ai David di Donatello anche un po' di Spoleto

Catia Turrioni
  • a
  • a
  • a

Crazy for Football è il miglior documentario italiano dell'anno. La giuria della 61esima edizione dei David di Donatello ha premiato il film diretto da Volfango De Biasi che ripercorre le vicende della Nazionale italiana di Calcio a 5 per pazienti psichiatrici, protagonista della prima edizione dei Mondiali, lo scorso anno a Osaka. Per Skydancers, giovane società di produzione presente per la prima volta ai David, guidata da Mauro Luchetti, spoletino doc, insieme a Luciano Stella e con il contributo Maria Carolina Terzi, si tratta di un successo inatteso. “Abbiamo deciso di realizzare il film – spiega Luchetti – per raccontare in maniera sincera e senza sensazionalismi un piccolo miracolo, scoprendo come lo sport possa essere in certi casi la migliore medicina contro la malattia mentale”. Crazy for Football ha ricevuto gli endorsement di decine di sportivi, tra i quali Francesco Totti, Alessandro Del Piero e Gianni Rivera.