Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, il 28 e 29 dicembre si gioca il torneo Andrea Saioni

Lorenzo Fiorucci
  • a
  • a
  • a

Anche quest'anno il torneo Andrea Saioni, trofeo Città di Perugia di basket dedicato allo sfortunato giocatore perugino scomparso a causa di una violenta forma di leucemia nel 2006 a 15 anni. Il torneo, riservato agli atleti della categoria Under 15 maschile che si svolgerà al PalaFoccià il 28 ed il 29 dicembre 2019 e giunto alla 14esima edizione, è destinato a fare il pieno. Si punta anche sulla sinergia studio – sport: si può conciliare con ottimi risultati sia l'uno che l'altro aspetto ed il chiaro esempio è la presenza alla presentazione avvenuta ieri mattina alla Sala Rossa di Palazzo dei Priori, di Alessandro Tedeschi, classe 1999, che ha ottenuto due borse di studio tra il 2013 (scuola media) ed il 2018 (scuola superiore). Quattro le squadre al via: Pesaro, Pontedera, la Rappresentativa umbra e quella organizzatrice, il Perugia Basket, in collaborazione con la Uisp Palazzetto Basket e la Nova Basket 2020. Il  presidente del Perugia Basket Paolo Chiacchiella ricorda che “Questo torneo è diventato un punto di riferimento anche le società provenienti da fuori regione. Sarà un grande evento di aggregazione, con delle iniziative collaterali”. Infatti, quest'anno è prevista anche l'assegnazione della “Coppa Grifetto 2019”, riservata ad atleti under 15 Categoria Gold. Una due giorni da non perdere anche per i seguenti motivi: “Verranno assegnate borse di studio per gli studenti meritevoli e gli arbitri e i segnapunti devolveranno il loro gettone di presenza al Comitato Daniele Chianelli. Infine ci sarà una raccolta fondi tra gli spettatori”. Il numero uno della pallacanestro umbra, Mario Capociuchi, spiega: “Lo sport non è solo serie A, B o C, ma è importante a livello sociale con tanti gruppi provenienti dalle varie parti della regione pronti a dare il loro contributo. Sono fiducioso nell'opera dei nostri tesserati affinchè tutto riesca al meglio e nella vicinanza del Comune”. In rappresentanza di quest'ultimo era presente l'assessore Clara Pastorelli, che ha messo in risalto lo sport come strumento di supporto alle famiglie e di chi nella vita è stato meno fortunato.