Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Davide Saitta scrive al Papa per non giocare il giorno di Natale la partita del suo Ravenna a Trento

Lorenzo Fiorucci
  • a
  • a
  • a

"Non rubatemi il Natale". Davide Saitta, il giocatore della Consar Ravenna di volley, ha scritto una lettera al Papa per cercare di convincere i vertici della Lega di volley, a non far giocare la gara di Superlega la sera di Natale alle 18. Saitta ha scritto al Pontefice dopo aver trovato l'opposizione proprio dalla Lega all'anticipo al 24 della partita. "Solo se chiama il papa" si era sentito rispondere e lui non ha perso tempo scrivendo al Santo Padre. La gara fra Trento e Ravenna è l'unica della 14esima giornata della Superlega ad essere stata calendarizzata la sera di Natale. Le altre sono state spostate tutte al 26 dicembre, dopo una vera e propria battaglia andata in scena a ottobre fra le società italiane e la Cev. Le gare sono così ravvicinate ( si gioca il 22, il 25, il 26) perché dal 5 gennaio i giocatori da regolamento devono essere a disposizione delle nazionali per poter disputare le qualificazioni alle Olimpiadi del 2020 e devono così essere liberati dieci giorni prima. Adesso Saitta, che vorrebbe passare il Natale con la sua famiglia, invece di giocare una partita di campionato, è costretto ad aspettare l'intercessione di Papa Francesco per convincere i vertici della Lega.