Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il Grifo torna a vincere: 3-1 al Pescara e secondo posto

Iemmello esulta

Tommaso Ricci
  • a
  • a
  • a

Una doppietta di Iemmello di cui una rete dal dischetto, e lo splendido gol del provvisorio 2-0 di Capone, permettono al Perugia di superare 3-1 il Pescara e di portarsi al secondo posto in classifica insieme al Cittadella, al Crotone ed al Pordenone che, però, ha una partita in meno. Dopo due sconfitte di fila, il Grifo vince e convince mettendosi così alle spalle un momento difficile. Neanche il tempo di prendere le misure, che Nicolussi Caviglia (ottimo) reclama un penalty per un possibile tocco con il gomito di Masciangelo. Al 4', invece, Galano spreca da buona posizione. Per nulla spaventato dalla ghiotta occasione ospite, il Perugia, a suo agio con il ritorno al 4-3-2-1, reagisce ed alla prima vera occasione passa all'incasso. Buonaiuto verticalizza per Rosi. Il terzino mette in mezzo per Nicolussi Caviglia che perde l'appoggio per calciare ma sul pallone si avventa Iemmello che batte Kastrati firmando il decimo gol in campionato. Al 34', un'altra discesa di Rosi genera il 2-0 di Capone che, da dentro l'area, non dà scampo al portiere avversario con un gran destro di prima. Per il talentino ex Pescara, è il primo gol con la maglia del Perugia. La gara si riapre poi a tempo scaduto. Nzita atterra Memushaj. Machin supera Vicario dal dischetto. Nella ripresa il Pescara prova senza troppo costrutto a trovare la via del pari ma il Grifo non dà mai la sensazione di andare in difficoltà. Vicario viene impegnato con il contagocce mentre sono gli umbri, con Capone e Mazzocchi (entrato proprio al posto di Capone) ad avere un paio di occasioni potenziali di rimessa. Al 23' e con il Grifo schierato con un il 3-5-2, Dragomir si fa stendere da Kastrati. Ghersini concede il penalty che Iemmello trasforma al 24'. Per la punta calabrese è il sesto centro dal dischetto e l'undicesimo personale. La gara, di fatto, si chiude qui. Gli abruzzesi ci provano con Memushaj nel finale su cui è attento Vicario. In precedenza, gli ingressi di Falzerano e Konate (all'esordio tra i professionisti) tengono alti i giri del motore di un Perugia lucido nel condurre in porto la partita. La crisi sembra un ricordo. Ed il Grifo vola al secondo posto.