Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ancora Iemmello più Kouan, il Grifo cala il tris col Frosinone

Tommaso Ricci
  • a
  • a
  • a

Il Perugia torna a vincere dopo due pareggi di fila. Lo fa superando 3-1 il Frosinone di Nesta (fischiato all'ingresso in campo) in quella che da qualche anno ormai è più di una semplice partita. Decisivo, una volta di più, Iemmello, autore di una doppietta dagli undici metri prima che Kouan, a tempo oramai scaduto, metta la partita in ghiaccio. E' lui , Re Pietro, l'uomo copertina di un Perugia che mostra la miglior versione di se stesso in un test molto delicato. La prima frazione viene condizionata dall'istantaneo vantaggio dei ciociari che passano dopo appena due minuti con un sinistro dal limite di Paganini. La deviazione involontaria di Falasco non lascia scampo a Vicario. Il Perugia, però, non ha nessuna voglia di incassare il colpo senza reagire. Anzi. Il cazzotto subito a freddo scatena i biancorossi che collezionano corner in serie, facendosi pericolosi tre volte nel giro di quattro minuti, dall'11' al 15', con Falazerano, Iemmello (su cui è bravissimo Bardi) e con Di Chiara su punizione. E dai e dai, ed il Grifo trova il pareggio con Iemmello che al 21' trasforma con freddezza un rigore procurato da Rosi, steso in area da Haas. Otto minuti più tardi, il Perugia lucra un altro penalty. Da un terzino all'altro, è Di Chiara a procurarselo per un intervento in ritardo di Bardi (che uscirà infortunato dopo essere stato soccorso a lungo) che Iemmello realizza senza lasciare scampo al subentrato Iacobucci. Per lui è il sesto centro stagionale di cui 4 dagli undici metri. Nel finale, Vicario è attento su una punizione velenosa di Ciano. Nella ripresa il Perugia riparte alla ricerca del 3-1. Dal 5' al 10' ci provano in successione e senza fortuna Fernandes, Iemmello e Buonaiuto. Il Frosinone cerca il pari ma è più sterile che pericoloso, mentre il Grifo, ogni volta che riparte, dà la sensazione di poter far male. A tempo ormai scaduto, ci pensa Kouan con una precisa incornata su pennellata di Falzerano a mandare i titoli di coda di una partita che il Grifo vince ed a tratti domina.