Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La panchina della Ternana a Calori, icona della storia del Grifo

Alessandro Calori, 52 anni, è nato ad Arezzo

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

Una Ternana senza gioco né carattere perde con il Fano e fa scattare la rivoluzione tecnica: De Canio è esonerato, al suo posto il club rossoverde ha scelto per la panchina Alessandro Calori (contratto sino a giugno 2020). ESONERATO DE CANIO Nato ad Arezzo, 52 anni, il prossimo allenatore delle Fere è reduce dal biennio di Trapani. Nella prima stagione, 2016/2017, subentrò a Cosmi a dicembre sfiorando una clamorosa salvezza con 31 punti nel girone di ritorno che però non bastarono per evitare la retrocessione. Quindi nel 2017/2018 porta i siciliani al terzo posto in serie C venendo eliminato ai play off dal Cosenza. Precedentemente ha allenato Triestina (esonerato), Sambenedettese (esonerato), Avellino (subentrato e retrocesso), Portogruaro (promozione in B), Padova (esonerato), Brescia (un ottavo e un sesto posto in B), Novara (subentrato ed esonerato), di nuovo Brescia (subentrato e retrocesso) prima del biennio in Sicilia. Ora la Ternana. LA SCONFITTA CON IL FANO Da calciatore è stato un difensore di Arezzo, Pisa, Udinese (sette stagione e capitano), Perugia, Brescia e Venezia. Occupa un posto nella storia del calcio italiano proprio grazie all'esperienza con il Grifo perché nella stagione 1999-2000 si rivelò l'uomo decisivo per l'assegnazione dello scudetto: segnò infatti, nell'ultima giornata di Serie A, il gol della vittoria del Perugia contro la Juventus per 1-0  sancendo - sotto una pioggia torrenziale - il sorpasso e la vittoria dello scudetto da parte della Lazio ai danni proprio dei bianconeri.