Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La fake news di Frattini mentre Zamparini e la Figc vanno al Tar

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

Straparla e twitta a più non posso. Le ultime dichiarazioni del presidente del Collegio di Garanzia del Coni, Franco Frattini, hanno fatto discutere generando una autentica fake news: la sospensione del campionato di serie B. Di fatto lo annuncia proprio Frattini nel corso di una intervista "il Tar del Lazio oltre che sospendere la sentenza ha sospeso il campionato. È chiaro che se noi dovessimo aspettare la data dell'ordinanza collegiale che il Tar ha stabilito al 9 ottobre vuol dire che fino al 9 ottobre non si giocherebbe la serie B. E questo mi sembra impossibile sotto il profilo della passione sportiva di milioni di tifosi. Quindi venerdì 21 settembre il Collegio di garanzia riesaminerà la questione in una composizione completamente nuova. Non presiederò io ma il componente più anziano d'età. Il Collegio deciderà se la serie B sarà a 22 o 19 squadre. Se si dovesse decidere che la B dovrà essere composta da 22 squadre, lunedì prossimo si deciderà quali saranno le 3 squadre su 6 che dovranno essere ripescate. Noi non facciamo politica sportiva ma guardiamo alle norme". Agenzie e siti rilanciano a più non posso sul web.  Poi su twitter ha precisato, a chi gli chiedeva spiegazioni, che non c'è nessuna sospensione del campionato: "Non è ovviamente sospesa l'intera serie B, ma le partite di tutte le squadre parti nelle varie cause...quelle che avrebbero dovuto giocare in C ad esempio, ma aspirano alla B, non hanno giocato e non giocheranno neppure in C fino al verdetto...dunque urge decidere". Insomma, caos su caos. Sei intanto le gare rinviate nei vari gironi di serie C: Arezzo-Pro Vercelli, Novara-Albissola, Robur Siena-Pisa, Fano-Ternana, Catania-Siracusa e Juve Stabia-Viterbese. Mentre Zamparini fa ricorso al Tar per sospendere le partite di Palermo e Frosinone e la stessa cosa fa la Figc (non c'è stata la rinuncia ai termini per la difesa).