Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'anticipo del venerdì in Rai. Lega vuole il blocco dei ripescaggi a 20 squadre

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

L'assemblea della Lega B, riunita in via Rosellini, a Milano, ha stabilito l'assegnazione delle dirette degli anticipi tv del venerdì della Serie BKT anche in chiaro alla Rai. Si tratta di una cifra che si è fermata molto sotto i 5 milioni, che è leggermente salita rispetto all'offerta iniziale e si assesta appena sotto i 3 milioni. Ci sono dentro i costi di produzione. La precedente offerta era intorno ai 2,2 milioni. Le stesse gare potranno essere viste dagli abbonati di Dazn, che hanno fatto incetta dei diritti del campionato. All'assemblea hanno partecipato 18 società su 19, tra le iscritte al campionato, assente il Palermo. Nel contempo, l'assemblea ha ritenuto fortemente insufficienti le offerte per gli highlights esclusivi in tv, 90' Minuto e Tutto il calcio minuto per minuto. Quindi, si andrà avanti in trattativa privata. Il consiglio direttivo di venerdì 3 agosto si occuperà di stabilire il format del campionato, se si giocherà Natale, quando fare gli infrasettimanali e le pause. L'assemblea ha deciso, inoltre, di sentire le aree tecniche sulla questione dei cambi e poi la decisione passerà al vaglio dello stesso consiglio direttivo. Sul tavolo la possibilità di fare fino a cinque sostituzioni, come succede già nel campionato di Serie D.  L'assemblea di ha ribadito anche il blocco dei ripescaggi fino a 20 squadre, attendendo i ricorsi della giustizia sportiva. La cerimonia per stilare il calendario è confermata per lunedì 6 agosto a Cosenza. È stata confermata, in sostanza, la volontà di avere il format a 20 squadre. Sarà la Figc, nella persona del commissario straordinario Roberto Fabbricini, a decidere. Domani si discute il ricorso dell'Avellino e del Bari, dopodomani quello di Pro Vercelli, Ternana e Siena contro il Novara. Intanto, l'Avellino ha fatto il ricorso in sovrannumero (attualmente sono 22 le squadre del campionato di Serie B). Se dovesse essere la 23esima, verrebbe ripescata come 23esima. L'assemblea in via Rosellini, ancora, ha deciso di confermare la formula attuale dei playoff e playout per semifinali e finali, con le stesse regole dell'anno scorso. Non è passata, quindi, la proposta della finale in gara unica. Poi la questione patch: nelle magliette è stata chiesto alla Federazione di vendere lo spazio. A breve verrà individuato uno spot, ci sono delle offerte. Per quanto riguarda il direttore generale, come dice lo statuto, sarà nominato da un consiglio direttivo, non quello del 3 agosto. È stato individuato un profilo ma non è ancora stato svelato il nome.