Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

CR7-Juve alla stretta finale: Mendes apre all'ipotesi di addio al Real

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

A grandi passi Cristiano Ronaldo si avvicina alla Juventus. Non una questione di ore, ma di giorni probabilmente sì. Il club campione d'Italia fa sul serio e avrebbe già in mano l'accordo con l'attaccante, sulla base di 30 milioni netti a stagione per quattro anni. Per chiudere quello che è già stato ribattezzato come l'affare del secolo manca a questo punto l'intesa con il Real Madrid, che potrebbe tentare in extremis un rilancio sulla clausola di 100 milioni di euro inserita nel contratto del giocatore a gennaio. Proprio questa mossa non sarebbe piaciuta a CR7, ritenutosi scaricato dai blancos, da cui sarebbe scaturito il malcontento negli ultimi mesi, sfociato nell'ormai celebre sfogo subito dopo aver vinto la finale di Champions League. Nelle prossime ore è prevista una missione degli uomini mercato bianconeri nella capitale spagnola per chiudere l'operazione con la Casa blanca. A ulteriore conferma dello stato avanzato della trattativa le parole pronunciate da Jorgé Mendes, potente agente del giocatore nonché deus ex machina dell'affare, che ha rotto il silenzio ammettendo per la prima volta la possibilità di un addio. "Sarebbe semplicemente una tappa e una nuova sfida - ha evidenziato il procuratore - Se se ne andrà sarà comunque grado al club, ai tifosi e a tutti i madridisti nel mondo". Come se non bastassero le parole di Mendes, c'è un altro indizio che porta a un clamoroso divorzio Ronaldo-Real Madrid. L'attaccante, cinque volte Pallone d'Oro, non è stato inserito infatti come testimonial nella foto pubblicata sul profilo Twitter dal club iberico con le nuove maglie home per la stagione 2018/19. Sergio Ramos e Asensio, Benzema e Marcelo. Non CR7, a un passo dal trasferimento a Torino.