Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gubbio, Casiraghi e Piccinni sul derby: "Tutto può succedere"

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Daniele Casiraghi e Matteo Piccinni, sono intervenuti a margine della conferenza stampa post allenamento. “E' stata una scelta di cuore rimanere a Gubbio - ha aperto Casiraghi -. Ho tentennato forse troppo, ma avevo avuto delle offerte e dei contatti con club importanti di Lega Pro, tra cui il Pordenone ma poi non si è concretizzato nulla. Smentisco invece le voci sui club di serie B. Sono felice della scelta - continua il genietto rossoblù - in questa città mi trovo benissimo, in più con piacere ritrovo Cornacchini che mi aveva allenato ad Ancona”. Il suo ruolo naturale è il trequartista, ma contro il Monterosi in Tim Cup ha giocato esterno d'attacco... “Gioco dove vuole il mister. Di norma il mio ruolo è un altro, ma mi sono trovato bene anche da esterno d'attacco. L'importante è farsi trovare pronti e dare il massimo”. Domenica 6 agosto in Tim Cup c'è il Perugia... “Sfida affascinante, in uno stadio bello. Non sarà semplice contro una squadra di categoria superiore molto forte. Posso dire però che il calcio non è una scienza esatta e tutto può succedere. Un mio gol nel derby? Sarebbe una bella gioia”. Al suo fianco, Matteo Piccinni afferma: “Il primo impatto col nuovo gruppo, con il mister e lo staff è stato positivo. Essere confermato per me è stato motivo di orgoglio e sono contento di poter lottare nuovamente per questi colori". Sul derby di Tim Cup: "Nel calcio nulla è scontato". Infine uno sguardo al campionato... “Come tutti gli anni, la Lega Pro è un campionato bello e avvincente. Non saprei dire chi è la favorita, perché non sono stati composti i gironi, ma senza dubbio Padova, Reggiana saranno tra le pretendenti. L'obiettivo del Gubbio? Prima la salvezza e poi provare a migliorare il piazzamento dello scorso anno”.