Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Eccellenza e Promozione, ecco i verdetti dei play out

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Meglio tardi che mai. La Subasio agguanta ai play out il sospirato traguardo della salvezza dopo una gara giocata in versione diesel, con una partenza un po' stentata ma con una crescita graduale fino ad arrivare all'esplosione di gioia alla zuccata di Pulci. Tante, troppe, le occasioni sprecate dai bianconeri apparsi un po' spuntati nelle soluzioni offensive. Il Gualdo Casacastalda domina per trenta minuti per poi scomparire lentamente dal campo: alla fine è 2-0. La seconda retrocessione consecutiva è una ferita difficile da curare nel cuore dei tanti tifosi giunti nella località assisana per sostenere la squadra come ai vecchi tempi. Nell'altro play out ci sono voluti 120 minuti e alla fine tra Lama e Atletico Orte a sorridere sono i locali che in extremis salvano una stagione alquanto sofferta soprattutto nella seconda fase: è finita 2-2. La gara si chiude con il giallo, i laziali forse beffati sul finale, contestazioni prolungate degli ospiti nei confronti dell'arbitro Russo di Torre Annunziata reo di aver fischiato la fine mentre il tiro di Bagnato finiva in rete. Alla fine per ristabilire un po' di calma c'è voluto l'intervento delle forze dell'ordine. Nei play out di Promozione sorride il Montefranco di Lucio Mauri che festeggia la salvezza da matricola, mentre l'Amc 98 esce sconfitta e scende mestamente in Prima categoria. Al Paticchi di Amelia invece dopo oltre 90' minuti di battaglia, la Nestor vince 1-0 lo scontro play out contro l'Amerina e può finalmente festeggiare la salvezza, retrocedono in Prima categoria i padroni di casa. La MdL San Secondo resta in Promozione e la San Marco Juventina retrocede in Prima categoria. Questa la sentenza emessa al “Mancini” a seguito del 2 a 0 casalingo nel play out di Promozione. Il Pianello rimane in promozione e la Virtus Sangiustino - battuta 2-1 - dopo otto campionati disputati in Promozione scende in Prima categoria.