Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gubbio, ritorno al 4-3-3

Casiraghi, centrocampista del Gubbio

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

Il direttore sportivo del Parma (che da ieri sera e in ritiro a Montegranelli) Daniele Faggiano, in odore di rinnovo con il club crociato, ha definito il match di domani: “Una partite tra due squadre arrabbiate”. Ma che Gubbio giocherà domani? Che Parma scenderà in campo al “Barbetti”? In entrambe le formazioni ci saranno novità. Nel Gubbio Zanchi è squalificato e Kalombo giovedì non ha preso parte alla partitella ma è rientrato ai box con una vistosa fasciatura sotto il ginocchio anche se, non essendoci un comunicato ufficiale di natura diversa, potrebbe anche trattarsi di un infortunio da poco. In settimana è stato provato il 4-3-3 che, se fosse confermato, cancellerebbe di fatto il ruolo di trequartista. In ogni caso il “principino” Casiraghi (in attesa di rinnovo) bravo come nessuno a giocare nella terra di mezzo, dovrebbe retrocedere a centrocampo a fare la mezzala sinistra, occupando uno dei tre posti disponibili. Per gli altri due virtualmente in lizza ci sono Romano, Croce, Valagussa e Giacomarro, con Conti e Bergamini in seconda battuta e Costantino relegato ora a sperare, al massimo, in qualche convocazione. Chi giocherà? Ce la caviamo rispolverando il refrain di una vecchia trasmissione di mamma Rai: “Chissà chi lo sa?”.