Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gubbio, che festa a San Martino

Gubbio, i tifosi di San Martino

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

Tradizione e passione. Un binomio che ha fatto negli anni la fortuna del calcio a Gubbio. Tradizione e passione che a San Martino, storico covo della tifoseria rossoblù, hanno sempre avuto e sempre hanno voluto conservare con cura certosina. Perché il Gubbio non è soltanto una squadra di calcio, ma un patrimonio dell'intera città. E con questo spirito, giovedì sera, si è rinnovato il tradizionale incontro tra i tifosi e la squadra rossoblù. Per la società erano presenti il presidente Sauro Notari, il diesse Giuseppe Pannacci, mister Giuseppe Magi con lo staff tecnico, l'allenatore dei portieri Giovanni Pascolini e la rosa dei giocatori al gran completo. Come sempre l'ospitalità dello storico e appassionato club non è mancata per augurare le migliori fortune sportive a tutti. E come sempre momento clou è stato il tradizionale scambio di doni con l'immancabile dolce “rossoblù” offerto dal club. Ma in più, questa volta, una sorpresa: applauditissimo il super tifoso Renato Fumaria, il più anziano del club sammartinaro. Ma ora tutti con la testa a Macerata: domenica alle 16.30 c'è lo scontro con i biancorossi marchigiani.