Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gubbio-Lume non si gioca. Ma perchè?

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

Gubbio-Lumezzane non si gioca. E questa non è più una novità. Ma a molti tifosi la cosa non è piaciuta e sono in tanti a chiedere spiegazioni. Vediamo di ricostruire tutta la vicenda. La partita è stata rinviata a data da destinarsi. L'ha deciso il presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, che ha diffuso un comunicato nel quale precisa che la decisione è stata adottata: “Su richiesta avanzata dal sindaco, in conseguenza delle avverse condizioni meteo e dei recenti eventi sismici che hanno evidenziato la necessità di verifiche su edifici pubblici e privati, per ragioni di sicurezza e di ordine pubblico”. Pochi minuti dopo ha fatto seguito il comunicato della società nel quale si precisa che oltre alle condizioni meteo “si è aggiunta l'emergenza determinata dai recenti eventi sismici a seguito dei quali anche su indicazione della Presidente della Giunta Regionale si è resa necessaria la disposizione di verifiche su edifici pubblici e privati”. E che “come si evince dal comunicato ufficiale della Lega Pro, il rinvio della gara non ha nulla a che vedere con le problematiche relative alle idoneità dello Stadio "Pietro Barbetti", per il quale già il Sindaco congiuntamente alla Società ha provveduto a predisporre un cronoprogramma per la realizzazione degli interventi richiesti”. Le ragioni del rinvio, dunque, sono chiare. Così come è chiaro che, oltre ai controlli antisismici (a cui dovranno seguire le relative certificazioni per la sicurezza di coloro che lavorano al “Barbetti”), gli interventi che riguardano l'idoneità del stadio non sono quisquiglie, ma si tratta di opere di una certa consistenza, sia dal punto di vista squisitamente lavorativo che come impegno economico. Tanto da richiedere - come scrive l'As Gubbio - un cronoprogramma. Di “tabella di lavorazione” si è parlato (ma ancora non ci sarebbe in concreto) nel corso della riunione del Gruppo Operativo Sicurezza (Gos) svoltasi al “Barbetti” che si riunisce ogni volta che il Gubbio gioca in casa. Da quanto è trapelato alcuni dei lavori che devono essere realizzati richiedono tempi medio lunghi e un consistente impegno economico. Videosorveglianza del parcheggio ospiti e una sua delimitazione, visto che è adibito a più usi, saranno interventi che per essere completati necessitano di fondi che il Comune, fati salvi accordi diversi, deve reperire. Resta da capire fino in fondo perchè non si è giocato visto che la neve era caduta diversi giorni fa e il sisma a Gubbio non ha fatto danni.