Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bucchi boccia Bianchi: Grifo ko in amichevole

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

E' stata "una scelta tecnica" che vale più di mille parole. Rolando Bianchi, tenuto fuori da Bucchi nel test di sabato 14 gennaio contro la Maceratese (vinto dai marchigiani per 2-1, rete di Ricci per i biancorossi, con Zapata che ha fallito un rigore), non rientra nei piani del Grifo per il girone di ritorno. L'allenatore biancorosso ha messo il copyright sulla decisione spiegando che "valuteremo la situazione lungo il percorso, vedremo quello che accadrà nei prossimi giorni". Il rapporto era stato sul punto di chiudersi anche in estate, stavolta però, per volere del club di Santopadre, a prescindere da ciò che avverrà sul mercato, il divorzio è inevitabile. Il 'caso Rolly' è ormai scoppiato e sulla vicenda interviene il fratello e agente del centravanti messo ai margini dal Grifo. "Mi ha chiamatoì il presidente Santopadre - ha detto Riccardo Bianchi - per comunicarmi che Bucchi non avrebbe preso più in considerazione Rolando fino a fine della stagione. Da allenatore giovane sta dimostrando di non avere le idee chiare. Quest'estate Rolando era un punto cardine, poi non rientrava nel progetto, dopo la doppietta con il Carpi è diventato importante e ha fatto 5 gare da titolare fino al gol nel derby e poi non ha praticamente più giocato. Bucchi - ha precisato l'agente di Bianchi - ha la massima libertà nel fare le scelte tecniche di cui si prende oneri e onori, ci voleva però più correttezza. E' stato il presidente, da uomo vero qual è, a comunicarmi la situazione, ora agiremo di conseguenza. Non c'è molto tempo e in più Rolando non è contento di lasciare Perugia, si è integrato con la città e non ha preso in considerazione altre offerte perché aveva raccolto la sfida di poter centrare i play off. Se troveremo una soluzione bene, altrimenti rimarrà fino a giugno fuori dai ranghi tecnici".