Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morto Bronzetti, dalle Poste alle stelle del calcio

Giorgio Palenga
  • a
  • a
  • a

Terni e il mondo del calcio piangono la scomparsa di Ernesto Bronzetti, uno degli operatori di mercato di maggior successo a livello internazionale. La vita di Bronzetti, che se ne è andato a 69 anni, stroncato da un male incurabile col quale ha combattuto strenuamente negli ultimi mesi, potrebbe ispirare a pieno titolo la sceneggiatura di un film. Da impiegato delle Poste, ma con la grande passione per il calcio, Ernesto a un certo punto della sua vita decise di lasciare il "posto sicuro" per entrare nel mondo del calciomercato, fino a diventarne uno degli uomini più in vista, negli anni '80. Dopo un periodo buio, dovuto ad una squalifica che lo fece uscire per qualche tempo dal giro, Bronzetti si rilanciò alla grande e, insieme a Tobia, fu il grande artefice di quella Ternana che, nell'estate dell'89, raggiunse la promozione in C1 grazie allo spareggio di Cesena con il Chieti, davanti a 15mila ternani. La svolta della carriera, e della vita, fu dopo qualche anno, quando iniziò l'avventura in Spagna, grazie al primo trasferimento del quale fu mediatore, quello del rumeno Raducioiu dal Milan all'Espanol. E proprio del Milan e delle due società madridiste – Atletico e Real – Bronzetti divenne il consulente numero uno. Mettendo “in bacheca” storici trasferimenti, sempre sull'asse Italia-Spagna, come quello miliardario di Vieri dalla Juventus all'Atletico Madrid e di diversi palloni d'oro (Ronaldo, Rivaldo, Ronaldinho, Kakà). I funerali di Ernesto Bronzetti si svolgeranno a Terni, giovedì 4 febbraio 2016, alle 15, nella chiesa di S.Antonio.