Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Grifo, serve la svolta: "Gol e fortuna già a Latina"

L'ex Alhassan con Bisoli

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

La sfida di domenica 18 ottobre al “Francioni” tra il Grifo e il Latina è anche il match, stavolta in panchina, tra Pierpaolo Bisoli e Mark Iuliano, 15 anni fa avversari in campo in quel Perugia-Juventus, scolpito nella memoria, che costò lo scudetto ai bianconeri. L'ex difensore juventino ha iniziato da allenatore professionista la scorsa stagione alla guida dei pontini e i grifoni hanno un asso nella manica da giocare, l'ex Masahudu Alhassan. “Iuliano gioca per vincere - ha detto l'esterno sinistro biancorosso - e sono convinto che proverà a fare la partita. I segreti del Latina? Li conosciamo ma non posso svelarli”. Un risultato Il mancino ghanese è reduce da una settimana travagliata per qualche acciacco ma “sto meglio”, ha spiegato. Resta da vedere se riuscirà ad essere di un match “troppo importante per noi, a Latina c'è un certo entusiasmo, però dobbiamo andare lì per fare la nostra partita e vincerla. Ho giocato con Jefferson, Bruscagin e Brosco, hanno un buon organico. Le difficoltà però sono sempre le stesse in serie B e a noi servono i tre punti per risalire la classifica”. Visto l'obiettivo messo sul piatto da Alhassan, per il Grifo è determinante trovare la via della rete e “dall'inizio della stagione lavoriamo per fare tanti gol, è mancata la fortuna ma arriverà, a cominciare dalla partita di Latina perché dobbiamo pensare di vincerne una alla volta”. Esterno, soprattutto di spinta, con Bisoli “sto imparando tanto in fase difensiva” e nell'ultima gara con l'Entella sono arrivati i primi frutti visto il salvataggio sulla propria linea di porta. E Alhassan resta più che sereno nonostante l'avvio di stagione stentato del Perugia. Perché è specializzato in rimonte. “Per me è abbastanza normale - ha raccontato -: al mio primo anno in B con il Novara abbiamo iniziato allo stesso modo e alla fine abbiamo fatto i play off, a Latina due stagioni fa la storia è stata simile e abbiamo chiuso al terzo posto. Sono convinto che possiamo fare bene, dobbiamo solo credere nel nostro lavoro e alla fine tireremo le somme”. Le ambizioni Alhassan è uno degli ultimi arrivati a Pian di Massiano e il suo inserimento è stato rallentato da alcuni problemi fisici. Ma “sto davvero bene a Perugia, è una grande società, sono venuto qui per vincere qualcosa, l'obiettivo è la serie A”. E poi c'è il calore del pubblico. “Questi tifosi mi piacciono, ci caricano sempre ed è davvero bella una curva così”. Alhassan ha già recepito il messaggio in chiave derby, perché ormai manca una settimana al match di Terni. “So quanto conta - ha concluso il difensore del Grifo -, ma la trasferta di Latina viene prima ed è molto importante”.