Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, tornano i grifoni fuori regione e vanno in quarantena. Lunedì gli allenamenti individuali

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

Qualcosa si muove anche in casa Grifo. Mercoledì dovrebbe essere il giorno del rientro in città dei calciatori in questo momento fuori sede, mentre lunedì o al massimo martedì i grifoni ripartiranno con gli allenamenti (individuali in una prima fase). Il Perugia ha iniziato a ragionare sull'organizzazione da mettere in piedi al fine della ripresa. Un confronto che riguarda la società (il presidente Santopadre e il responsabile dell'area tecnica Goretti), lo staff tecnico (mister Cosmi), ma soprattutto lo staff medico con tutti i suoi componenti. Sono infatti le regole sanitarie a dettare gran parte degli aspetti organizzativi di questa ripresa. A iniziare dalla gestione dei giocatori che in questo momento sono fuori regione (sono otto, di cui un paio all'estero). L'idea della società è quella di farli rientrare in città mercoledì e, successivamente a un breve periodo di quarantena, dopo una serie di test medici obbligatori, farli poi allenare individualmente. Lunedì o al massimo martedì invece il Perugia riaprirà il Curi in modo che il terreno di gioco sia a disposizione per quei grifoni che, rimasti in città e senza la possibilità di avere spazi comodi e sicuri per correre, vogliano allenarsi in sicurezza. Al Curi potranno accedere contemporaneamente 6 giocatori. Potranno svolgere sedute prettamente atletiche e ogni giocatore dovrà arrivare allo stadio già cambiato e pronto per allenarsi. Alla fine della seduta niente doccia nello spogliatoio, ma direttamente a casa. Verrà dedicato un cancello per l'ingresso e uno per l'uscita degli atleti che dovranno mantenere le distanze di sicurezza chieste dall'ultimo decreto legislativo (almeno due metri per gli atleti professionisti) sia durante l'allenamento che nel transito delle zone utilizzare per entrare e uscire dal terreno di gioco. Queste sono le prime misure per iniziare gli allenamenti che in questa prima fase saranno individuali, per poi passare successivamente a quelli collettivi in base anche alle richieste del protocollo sanitario e all'eventuale ripartenza del campionato. Campionato che in questo momento sembra ancora lontano. Intanto un Curi che inizia a essere ripopolato dai grifoni è un primo passo per tornare alla normalità. Leggi anche: Perugia, il taglio degli stipendi.