Iemmello, settebello da record: ha firmato 13 punti sui 14 del Grifo e segna ogni 80'

Pietro Iemmello: 7 gol in 7 partite

CALCIO SERIE B

Iemmello, settebello da record: ha firmato 13 punti sui 14 del Grifo e segna ogni 80'

07.10.2019 - 21:55

0

Sette partite e sette gol. Lo score di Pietro Iemmello, un autentico settebello, vale tanti punti e un primato personale da record. Il bomber biancorosso è andato a segno in cinque partite: la doppietta su rigore alla prima giornata contro il Chievo, il sigillo con un sinistro in controbalzo nella trasferta di Livorno, altro sinistro da applausi a La Spezia, poi altra doppietta dagli undici metri con il Frosinone e infine il colpo di testa contro il Pisa. Solo con la Juve Stabia e l’Empoli l’attaccante originario di Catanzaro non ha segnato. Una media terrificante di un gol ogni 80’ che ha portato in dote al Perugia 13 dei 14 punti in classifica. Insomma, tutte reti pesanti e che certificano l’importanza di Iemmello nell’economia della percentuale realizzativa biancorossa (per ora sono solo due gli altri marcatori, Kouan e Buonaiuto). Solo a Foggia, in Lega Pro, Iemmello era riuscito a essere così centrale e determinante. Va ricordato che a livello fisico in alcune stagioni non era stato fortunato e lo stesso attaccante lo ha ricordato nel post partita del Curi con il Pisa. “Qui ho trovato una bella città, una bella squadra e soprattutto due ginocchia che reggono” ha raccontato spiritosamente a Dazn. Che giochi con un compagno vicino nel 4-3-1-2 oppure con due trequartisti a supporto nel 4-3-2-1, poco cambia per l’attaccante che sta dimostrando grandi doti tattiche e capacità di giocare con e per la squadra. Basta vedere proprio il gol al Pisa: Iemmello viene incontro al passaggio di Carraro e allarga il gioco per Di Chiara per poi scattare a centro area e raccogliere (e segnare) il cross del compagno. Insomma regista offensivo e terminale spietato. Così spietato che in queste prime sette giornate nessuno, a parte Marconi del Pisa, ha segnato come lui. Nella storia del Perugia recente ha superato il nordcoreano Han (6 gol in 7 partite nella stagione 2016/2017) e soprattutto eguagliato Alfredo Donnarumma (Brescia 2018/2019), Tavano (Empoli 2004-05 e 2011-12), Schwoch (Vicenza 2001-02), Di Vaio (Salernitana 1997-98) e Pettinari (Pescara 2017-18). Gente che poi ha continuato a segnare a ritmi indiavolati in serie B. Ha superato l’avvio sprint di due che nelle ultime stagioni hanno lasciato il segno come Ciccio Caputo (Empoli) e Ciro Immobile (Pescara), capocannonieri 2017-18 e 2011-12 che erano partiti con 6 gol in 7 partite. “Re Pietro” non poteva essere un soprannome più azzeccato: promozione e titolo di capocannoniere sono così due obiettivi concreti. E il popolo del Grifo sogna.

di Nicola Uras

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Coronavirus, Niccolò lascia lo Spallanzani dopo la quarantena

Coronavirus, Niccolò lascia lo Spallanzani dopo la quarantena

(Agenzia Vista) Roma, 29 febbraio 2020 Coronavirus, Niccolò lascia lo Spallanzani dopo la quarantena Niccolò, il minorenne tornato dalla Cina e ricoverato allo Spallanzani di Roma per effettuare i test sul coronavirus, è stato dimesso oggi dall’ospedale dopo il periodo di quarantena. Ad aspettare il ragazzo i genitori che lo riporteranno a casa Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Video Belen Rodriguez incanta anche Parigi. La modella assediata dai fotografi alla Paris Fashion Week
Moda

Video Belen Rodriguez incanta anche Parigi. La modella assediata dai fotografi alla Paris Fashion Week

Belen Rodriguez incanta anche Parigi. La showgirl e modella argentina, ormai italiana d'adozione, lascia la capitale francese a bocca aperta nel corso della Fashion Week Paris. Belen racconta la trasferta in Francia nelle instastories del suo profilo Instagram e posta una serie di video che ovviamente collezionano migliaia e migliaia di visualizzazioni. Belen viene letteralmente presa d'assalto ...

 
Coronavirus, Niccolò lascia lo Spallanzani dopo la quarantena

Coronavirus, Niccolò lascia lo Spallanzani dopo la quarantena

(Agenzia Vista) Roma, 29 febbraio 2020 Coronavirus, Niccolò lascia lo Spallanzani dopo la quarantena Niccolò, il minorenne tornato dalla Cina e ricoverato allo Spallanzani di Roma per effettuare i test sul coronavirus, è stato dimesso oggi dall’ospedale dopo il periodo di quarantena. Ad aspettare il ragazzo i genitori che lo riporteranno a casa Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Cultura nella Milano del Coronavirus: ci salverà Franz Kafka?

Cultura nella Milano del Coronavirus: ci salverà Franz Kafka?

Milano, 29 feb. (askanews) - Riproponiamo, in questi giorni di vita culturale chiusa per ordinanza delle autorità sul Coronavirus, la videorecenzione della mostra inaugurata in Fondazione Prada a Milano poche ore prima dello scoppio dell'emergenza. Tre momenti per comporre un ritratto, in assenza e ovviamente parziale, del più grande scrittore del XX secolo - ci assumiamo la responsabilità del ...

 
Verissimo, le anticipazioni puntata di oggi sabato 29 febbraio: Barbara d'Urso, Elodie e tante altre donne

Televisione

Verissimo, le anticipazioni puntata di oggi sabato 29 febbraio: Barbara d'Urso, Elodie e tante altre donne

Atteso appuntamento di Verissimo, oggi sabato 29 febbraio.  Torna con una puntata a partire dalle ore 16 e al centro c'è l'emergenza Coronavirus. Silvia Toffanin, padrona di ...

29.02.2020

Domenica In, ospiti di Mara Venier e anticipazioni puntata del primo marzo 2020. Adriano Celentano inedito

Televisione

Domenica In, ospiti di Mara Venier e anticipazioni puntata del primo marzo 2020. Adriano Celentano inedito

Attesa per la puntata di Domenica In di domenica primo marzo 2020. E' la puntata numero 25 e comincerà alle ore 14 con la conduzione di Mara Venier. Per approfondire leggi ...

29.02.2020

Coronavirus, governatrice Donatella Tesei su Festival del giornalismo di Perugia annullato: "Scelta giusta"

Epidemia

Coronavirus, governatrice Donatella Tesei su Festival del giornalismo di Perugia annullato: "Scelta giusta"

“La decisione complessa, sofferta e sicuramente dolorosa da parte degli organizzatori del Festival internazionale del Giornalismo di annullare l’edizione 2020, non va letta ...

29.02.2020