Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dissesto idrogeologico all'Umbria 900 mila euro, l'ira della Marini

La frana

Marina Rosati
  • a
  • a
  • a

Su oltre tre miliardi di risorse per il dissesto idrogeologico all'Umbria spettano solo 900 mila euro per l'anno in corso e appena tre milioni per il triennio 2019/2021. A gridare allo scandalo e alla “mera discrezionalità politica” nella ripartizione dei fondi è la presidente della giunta regionale Catiuscia Marini. “All'Umbria, con l'intero territorio regionale (100%) esposto al dissesto idrogeologico come risulta dalla mappa dei rischi presentata dallo stesso governo, con il territorio attraversato interamente dal fiume Tevere e sottoposto a evidenti rischi idraulici, con oltre 40 comuni su 92 interessati da fenomeni di frana nel solo 2018, e soprattutto con il rischio sismico - scrive Marini - è stata assegnata una cifra ridicola”. La governatrice ha già annunciato battaglia. SERVIZIO COMPLETO NEL CORRIERE DELL'UMBRIA DI GIOVEDI' 28 FEBBRAIO 2019