Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nocera in festa per San Rinaldo

La celebrazione in cattedrale

Eirene Mirti e Sandra Ortega
  • a
  • a
  • a

“Siamo tutti chiamati ad essere santi”. Un invito ad “intraprendere il cammino di San Rinaldo, iniziato col battesimo, e abbandonare il male”, dirigendosi invece verso la “santità”, quello del vescovo Domenico Sorrentino in occasione della celebrazione del patrono di Nocera Umbra, nella mattinata di sabato 9 febbraio in cattedrale. Una “verifica della nostra vita”, dunque, nel nome del santo vescovo nocerino che si spogliò dei propri beni per scegliere la vita da eremita e da monaco, divenendo esempio di carità e accoglienza. Alla celebrazioni erano presenti, insieme al parroco don Ferdinando Cetorelli, il sindaco, Giovanni Bontempi, i rappresentanti dell'amministrazione, il comandante dei carabinieri di Gubbio, Fabio Del Sette, i vigili del fuoco della caserma di Gaifana, l'Ente palio di Nocera Umbra, le delegazioni dei due quartieri e quelle delle confraternite e delle associazioni della città. Le celebrazioni termineranno domenica con la chiusura dell'urna contenente le spoglie del santo, visitata in questi giorni da molti nocerini, dopo i secondi vespri delle 17.30.