Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

A 108 anni nonna Gina regala scarpette

Felice Fedeli
  • a
  • a
  • a

Non si è ancora spenta l'eco delle “imprese” di nonna Luisa Zappitelli, che non smette mai di stupire in sella alla sua Vespa all'età di 107 anni (tanto da diventare il testimonial del club di Città di Castello) ecco che un'altra fantastica nonnina conquista di diritto gli onori della cronaca. Anche perché la signora in questione, che si chiama Gina Checcaglini, ha raggiunto un traguardo ancora più incredibile: addirittura quello dei 108 anni. Festeggiati alla grande insieme ai suoi cari proprio nei giorni scorsi. A dimostrazione che l'Altotevere continua ad essere terreno a dir poco fertile in fatto di centenari (appena due mesi fa era stato celebrato anche un altro nonnino fresco di 102 anni). E ciò non può che fa riflettere e soprattutto far sorridere. Ma andiamo per ordine. Le 108 candeline di Gina hanno illuminato la residenza per anziani “La Casa dei Girasoli” situata a Lama di San Giustino. La sua meravigliosa e articolata storia non può che far bene ai cuori. Nasce a Le Ville di Monterchi il 14 Luglio 1910. Ancora giovanissima si trasferisce a Lama “a servizio” presso una famiglia di proprietari terrieri. Intelligente e con una spiccata volontà di apprendere, Gina trova l'opportunità di imparare, presso una sarta del posto, a cucire e a ricamare all'uncinetto. Spesso, con grande soddisfazione e orgoglio, racconta di aver addirittura cucito l'abito da sposa ad una sua carissima amica. Si sposa con Ruggero Bucci all'età di quaranta anni e con lui apre “La botteghina del Tip” per la vendita di vino e bibite, ben accolta nell'intero paese. Ma nel 1979 verrà chiusa purtroppo a seguito del decesso del marito. Da quel momento diventa a tutti gli effetti la “nonnina dei bambini” del paese. E questo per il fatto che lei è sempre pronta a regalare un paio di scarpette di lana in occasione della nascita di ogni bimbo. Tante le mantelle di lana regalate ad anziani bisognosi. Ma anche calzettoni di lana, tra cui un paio di colore rosso per l'attuale parroco. Nel lontano 2013 i suoi parenti, residenti nella vicina Sansepolcro, decidono di affidarla alle cure de “La Casa dei Girasoli”, dove continua il suo prezioso lavoro di “nonna” con le scarpette per bambini ma anche verso gli anziani che condividono la struttura di riposo stessa: un paio di calze per tutti. “E' molto autonoma e soprattutto serena - dicono dalla struttura - Ogni mattina è sempre presente e impegnata nelle diverse attività di pura animazione. E non manca mai alle sedute di ginnastica. E se c'è ancora tempo, lo dedica addirittura alla lettura di riviste e giornali”. Impossibile, a questo punto, aggiungere altro.