Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alla salute pensa lo sponsor

Felice Fedeli
  • a
  • a
  • a

La fondazione Moveo ha presentato alla Fabbrica Moderna un interessante progetto che riguarda l'attività motoria nelle scuole elementari, grazie al quale 800 bambini di 42 classi di tutti i plessi di Umbertide (capoluogo, Pierantonio, Verna, Niccone) e Lisciano Niccone potranno svolgere attività fisica in orario scolastico. Alla conferenza erano presenti il presidente di Moveo, Paolo Arcelli, il presidente onorario Marco Patata, il direttore del I circolo Mario Modestini, la direttrice e la vice del II circolo Angela Monaldi e Silvana Meniconi, Marino Fiorucci per il comitato tecnico-scientifico di Moveo e il sindaco Marco Locchi. Moveo garantisce organizzazione, risorse umane ed economiche, mettendo a disposizione uno staff di laureati in scienze motorie composto da Elena Cirilli, Nicola Tassi, Tommaso Raye, Leonardo Grilli, Federico Scaia, Luca Tognellini ed Eddy Brachini. Il progetto coinvolge anche 17 alunni con disabilità. Fiorucci ha sottolineato gli obiettivi del progetto: “Sono di due tipi. Formativo, finalizzato a migliorare il coordinamento e la destrezza fisica, per costruire le basi per lo svolgimento di un'attività sportiva. Socio-affettivo, finalizzato all'accrescimento dell'autostima e alla costruzione di migliori rapporti interpersonali. L'ottica è ludica e il progetto non è sostitutivo, ma aggiuntivo rispetto a quelli in essere”. Modestini, dopo aver ricordato che il corpo è il primo strumento di comunicazione di un bambino, ha rimarcato la collaborazione tra pubblico e privato: “Essa trascende dalla pesantezza burocratica, che caratterizza il rapporto tra enti pubblici, e si concentra sul fare”. Meniconi ha sottolineato che il progetto è valido perchè operano veri esperti in attività motoria e quindi è efficace: “Importante è dare continuità, perché altre esperienze similari hanno avuto carattere di sporadicità”. Patata ha ricordato lo sviluppo di Moveo e la sua mission: “Obiettivo prioritario è sostenere scuole e società sportive. Abbiamo un consiglio di amministrazione composto da 11 imprenditori, altri 9 ne arriveranno nel 2018, più soci sostenitori e soci di partecipazione. Quest'anno già finanziamo progetti per 40mila euro (di cui 25mila investiti per bandi dedicati alle società sportive), che diventeranno tra i 120 e i 150mila il prossimo, per sostenere progetti locali e regionali. L'interessamento del privato è fondamentale, perchè enti e società sportive hanno sempre meno soldi e i tagli purtroppo riguardano quasi sempre i settori giovanili”. Agli imprenditori che mettono soldi nelle società sportive ha rivolto una riflessione: “Dobbiamo chiederci se sia più giusto dare soldi a un 40enne che fa 20 gol in II categoria o un progetto come questo. Nello sport si investe troppo sugli over e poco sui giovani”. Il sindaco Locchi ha sintetizzato i tre elementi del progetto: “Un budget significativo, fatti concreti, competenze. Ci sono tutti gli ingredienti per un bellissimo lavoro”. Roberto Baldinelli