Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bimba azzannata: i pit bull erano della famiglia

Riccardo Regi
  • a
  • a
  • a

Una tragedia immane, violenta quanto inconcepibile. La bambina di un anno e mezzo è morta azzannata da due pit bull (non rottweiler come risultato in un primo momento) che appartenevano alla famiglia. La tragedia è accaduta a Flero, cittadina in provincia di Brescia. Confermato il fatto che la bimba stava giocando nel giardino di casa quando i due cani l'hanno aggredita. I militari hanno dovuto abbattere i due pit bull per riuscire a entrare nel giardino. La bimba era figlia di una 22enne italiana e di un uomo di origini albanesi che lavora in Germania. La famiglia abita in una villetta a schiera nell'immediata periferia del paese. Il nonno materno è stato ricoverato in ospedale, ma non è in pericolo di vita. Sotto choc la madre, anche lei ricoverata in ospedale. “Solo il papà della bambina sapeva gestire quei due cani”, raccontano alcuni vicini di casa. I pit bull della famiglia della bambina avrebbero già in passato aggredito altri cani in paese. Non è chiaro che cosa abbia fatto scattare il raptus degli animali. La Procura di Brescia ha aperto un'inchiesta per omicidio con il sostituto procuratore che sta vagliando qual è la posizione del nonno della bambina per omessa custodia della piccola.