Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Uccide, cucina e mangia un poliziotto: muore in carcere

Hannibal Lecter nel film

Sergio Casagrande
  • a
  • a
  • a

Italiano, era accusato di un efferato delitto e di cannibalismo. Stefano Brizzi, era stato condannato nel dicembre 2016 all'ergastolo da un tribunale di Londra per avere ucciso nell'aprile dello stesso anno un poliziotto e averlo sciolto nell'acido dopo averne anche mangiato alcune sue parti. Brizzi - riferisce LaPresse - ora è stato trovato morto nel carcere britannico dove era detenuto Stefano Brizzi. Lo ha fatto sapere il ministero della Giustizia londinese, citata dai media britannici. Brizzi, 51 anni, era detenuto nel carcere di Belmarsh e il decesso sarebbe avvenuto il 5 febbraio 2017. Durante il processo era stato accusato anche di aver tentato di mangiare la carne della vittima, ma lui aveva negato. Il poliziotto, il 59enne Gordon Semple, aveva incontrato l'italiano attraverso l'app per appuntamenti Grindr; Brizzi aveva parlato della sua morte come della conseguenza di un «gioco sessuale finito male».  Secondo le accuse, raccontate da The Guardian, Brizzi aveva attirato il poliziotto nel suo appartamento di Londra per un incontro a base di sesso e droga, per poi ucciderlo strangolandolo. In seguito, aveva  fatto a pezzi il corpo e lo ha sciolto in una vasca piena di acido, come aveva visto fare nella serie tv “Breaking Bad”. In aula, durante il processo, sono state avanzate anche accuse di cannibalismo nei confronti di Brizzi, visto che sulle costole dell'agente ucciso sono stati trovati segni di morsi. In seguito è stato rivelato che il condannato aveva cucinato anche altre parti del corpo di Semple. Brizzi durante il processo ha ammesso di avere smembrato il cadavere del poliziotto e di avere cercato di disfarsene, ma ha anche affermato che la morte dell'uomo è stata accidentale  ed è avvenuta nel corso di un "semplice" gioco erotico.