Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Emergenza clochard, 10 posti letto nella ex chiesa

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Sarà sotto l'egida della Croce Rossa, coordinata da Massimiliano Rizzotto del Comitato di Perugia, l'organizzazione del dormitorio provvisorio aperto nell'ex chiesa di San Giovannino in corso Bersaglieri. L'idea di destinare il locale a chi vive in strada in queste giornate di freddo polare è nata per volontà del cardinale Gualtiero Bassetti che ha deciso venerdì 20 gennaio di accogliere nei locali della Curia alcuni senza fissa dimora. Grazie alla collaborazione con i volontari della Croce Rossa l'iniziativa spontanea di una notte ha preso forma ed è diventato un progetto importante anche se a tempo. Sabato sera nel corso di una riunione convocata dalla Curia alcune associazioni di volontariato del territorio si sono ritrovata per organizzare l'assistenza: Cri, Ovus Corciano, Misericordia di Olmo, la Protezione della Valnestore, il Pronto intervento sociale hanno fatto il punto da qui al prossimo 31 gennaio. Il dormitorio allestito con dieci brandine, coperte e riscaldato aprirà tutti i giorni dalle 20 alle 8: i presenti avranno a disposizione delle bevande calde e un bagno per lavarsi. Con loro tutte le sere saranno presenti anche due volontari che saranno di supporto agli ospiti. La chiusura della struttura è legata alla fine dei lavori di ristrutturazione dell'ostello di via Brunamonti aperto da don Elio Bromuri e alla chiusura del dormitorio comunale in zona Pallotta. Al momento infine non si ipotizza una riapertura del Cva di Madonna Alta.