Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Raffica di aumenti sui pedaggi: ecco dove e quanto

default_image

Riccardo Regi
  • a
  • a
  • a

Le punte maggiori di aumenti dei pedaggi autostradali si registreranno sull'A4 (+4,60%), sulla Torino-Savona (+2,46%) e sulla Brescia-Bergamo-Milano (+7,88%). Sulla rete gestita da Autostrade per l'Italia l'aumento sarà dello 0,64%. Lo annuncia il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, comunicando l'aggiornamento annuale delle tariffe. Questi gli adeguamenti riconosciuti: Asti-Cuneo S.p.A. 0,00%; ATIVA S.p.A. 0,88%; Autostrade per l'Italia S.p.A. +0,64%; Autostrada del Brennero S.p.A. 0,00%; Autovie Venete S.p.A. +0,86%; Brescia-Padova S.p.A. +1,62%; Consorzio Autostrade Siciliane 0,00%; CAV S.p.A. +0,45%; Centro Padane S.p.A. 0,00%; Autocamionale della Cisa S.p.A. +0,24%; Autostrada dei Fiori S.p.A. 0,00%; Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. +1,50%; Tangenziale di Napoli S.p.A. +1,76%; RAV S.p.A. +0,90%; SALT S.p.A. 0,00%; SAT S.p.A. +0,90%; Autostrade Meridionali (SAM) S.p.A. 0,00%; SATAP S.p.A. Tronco A4 +4,60%; SATAP S.p.A Tronco A21. +0,85%; SAV S.p.A. 0,00%; SITAF S.p.A. 0,00%; Torino - Savona S.p.A. +2,46%; Strada dei Parchi S.p.A. +1,62%; Bre.be.mi. +7,88%, TEEM +1,90% e Pedemontana Lombarda +0,90%.