Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Un presepe "forte" in ricordo di Sonia Marra

Maurizio Muccini
  • a
  • a
  • a

La gioia della Natività. Che è tutta nel grande presepe che illumina la chiesa di Specchia, piccolo centro del Salento. Che non dimentica la sua figlia più amata, scomparsa più di 10 anni fa da Perugia. Un'immagine tutta dedicata a Sonia Marra e alla sua tragedia. Che è quella di tutte le donne strappate improvvisamente alla loro vita. Dove la violenza di genere assume il colore forte del rosso, con impronte di mani che sembrano chiedere aiuto e scarpette ai bordi che invitano a riflettere. Ecco che il Natale diventa struggente per i familiari della povera studentessa. Con le calde parole del parroco che sono il tenero abbraccio dell'intera comunità. “Ci ha fatto un piacere enorme. - dice Anna Marra, sorella di Sonia - Anche se in tutti questi anni il dolore è stato un nostro compagno di viaggio. E ogni occasione non può che allargare la ferita, specialmente in questi giorni”. Senza dimenticare le interminabili fasi del processo, giunto ormai alle battute conclusive. Dove Anna non si è persa neanche una udienza. “Io e la mia famiglia vogliamo solo giustizia per chi ha spezzato i sogni di Sonia. Niente di più”. Intanto, a fine gennaio, si tornerà nuovamente in tribunale. Quando sfilerà sul banco dei testimoni un amico dell'imputato Bindella, che precederà le discussioni finali. “Abbiamo dovuto mandare giù di tutto, spero solo che questo calvario finisca presto e chi ha ucciso paghi”.