Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Striscione dei residenti contro l'abbandono del borgo

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

"Il terremoto scuote, l'abbandono distrugge", "Giano resiste". E' questo il testo di due striscioni posizionati in piazza del Comune a Giano dell'Umbria in occasione della "Festa della frasca", che si svolge ogni anno l'ultimo fine settimana di novembre. I residenti del borgo, infatti, protestano contro quello che hanno considerato come un "abbandono" da parte dell'amministrazione comunale del palazzo municipale, dichiarato inagibile dopo il sisma del 30 ottobre, nonchè verso l'assenza di comunicazioni circa la permanenza degli uffici comunali nel capoluogo. Pochi giorni fa erano comparsi anche manifesti con la scritta "Giano non è solo un paese per manifestazioni". Uno "strappo" suggellato anche dalla mancata collaborazione della pro loco di Giano per l'organizzazione della manifestazione in corso, così come anche della Mangiaunta di fine ottobre.