Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terremoto, lesionato palazzo Trinci

Claudio Bianchini
  • a
  • a
  • a

Tornano le ferite nel centro storico di Foligno: il nuovo sciame sismico ha riaperto quelle vecchie e ne ha inflitte di nuove, sia al patrimonio storico artistico che agli edifici privati. Ecco una prima, parziale, mappa dei danneggiamenti. Riscontrati problemi palazzo Trinci: lesionato l'affresco - a suo tempo staccato dal convento di Santa Margherita - raffigurante “Sant'Agostino in preghiera davanti al Crocifisso assistito dalla Vergine”, attribuito a Lattanzio di Nicolò. Il dipinto, collocato al secondo piano, si è ribaltato per la rottura di un supporto di sostegno. Palazzo Trinci, resterà chiuso eccezionalmente anche martedì 1 novembre. In via precauzionale, al quarto piano del palazzo comunale sono stati spostati, l'ufficio servizi scolastici, collocato nella sala Fittaioli a piano terra, e l'ufficio commercio, ora al terzo piano. In via Garibaldi transennato un edificio nelle vicinanze della caserma dei carabinieri, difronte al Politeama Clarici. Per motivi precauzionali, poco più giù, chiuso il passaggio che porta al parcheggio privato dell'ex ospedale: all'angolo tra le due vie è stata piazzata una transennatura a causa di un danneggiamento subito dallo storico palazzo Sorbi. In piazza Garibaldi si sta verificando la situazione della chiesa della Madonna del Pianto, in particolar modo della facciata principale. Transennato addirittura l'Oratorio della Nunziatella al cui interno è conservato il noto affresco de “Il Perugino”: chiaramente visibile una crepa che si dirama dal tetto al timpano della struttura. In mattinata, accurati controlli tecnici al cosiddetto “Arco del vescovado” che collega il palazzo vescovile di piazza Faloci Pulignani al duomo di San Feliciano. Si sono aggravate le condizioni statiche del fabbricato che ospita la taverna del rione La Mora in via Colomba Antonietti, già lesionato dallo sciame sismico di Amatrice. Sbarrata via San Salvatore, parallela di via Garibaldi, dove sono caduti alcuni calcinacci da un'arcata con travature.