Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Musica vietata in un locale, polemiche sui social: "Una cattiveria"

default_image

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

L'ordinanza che ha vietato la musica in un locale nella zona di corso Garibaldi per le proteste contro i decibel giudicati eccessivi ha suscitato molti commenti. Anche Vanni Capoccia interviene sul punto direttamente su facebook. “In uno dei vicoli più marginali della città tanto da essere stato utilizzato per loschi affari e notoriamente conosciuto come luogo da evitare, dei giovani aprono in un giardino un piccolo locale all'aperto, dove si mangia ed ascolta musica dal vivo - principia -. Dei residenti hanno presentato esposti ed ora non si potrà più ascoltare musica”. Secondo Capoccia, è stata “solamente una cattiveria contro esponenti di una generazione che sta attaccata con le unghie e con i denti a qualche speranza. Comunque, quei signori possono spegnere la musica, ma non la musica che i gestori hanno dentro di loro, ed il locale è aperto (in tutti i sensi aperto) come i sorrisi e la grazia di chi lo ha aperto”.